Danza contemporanea

detta anche danza moderna

danza contemporanea

( in foto a destra Elisa Davoli ballerina-coreografa Eidos Danza Reggio Emilia)

Le origini della modern dance

La Danza Contemporanea (o danza moderna) che conosciamo oggi nasce dalla Modern Dance, prodotto del ventesimo secolo che nasce negli Stati Uniti. Mentre in Europa era appena finito il periodo dell’epoca romantica e si entrava in un momento di crisi, dall’altra parte del mondo si iniziava a sentire la necessità di creare una nuova forma di espressione e comunicazione che non fosse il balletto classico. Infatti inizialmente la Modern Dance è stata definita una danza di rivolta contro i modelli imposti dall’estetica e dallo spirito del tempo. Si cercava infatti un modo di danzare che potesse essere personale.

Il simbolo per eccellenza della “danza libera” è Isadora Duncan.

Lei non creò una tecnica o un metodo di danza perchè il suo modo di danzare era spontaneo, personale e difficilmente riproducibile.

LA GRANDE NOVITA’ ERA OSSERVARE LA NATURA

I principi fondamentali della danza libera infatti si basavano sull’osservazione della natura, l’uso dei piedi nudi e di costumi meno strutturati di quelli del balletto (ad esempio delle tuniche leggere), sulla respirazione e sulla necessità di ascoltare gli impulsi interiori.

LA DANZA: UN’ESPRESSIONE DI QUELLO CHE SI E’

A distanza di anni, un’altra figura importantissima nella storia della danza è la geniale iniziatrice di un nuovo periodo creativo: Martha Graham.
Per lei viene coniato il termine “Modern Dance“.

Martha Graham diceva che la danza non serviva a raccontare una storia, ma semplicemente doveva “comunicare l’esperienza attraverso i mezzi dell’azione percepiti dall’azione”.

A differenza di Isadora Duncan, Martha Graham costruisce una nuova tecnica basata sulla RESPIRAZIONE, che è il primo segno di vita dell’essere umano. Da qui crea una nuova serie di movimenti ed esercizi, dove è importantissimo il RAPPORTO CON LA TERRA.

Alla base della tecnica Graham c’è anche la SPIRALE, che parte dal centro del corpo e coinvolge tutta la colonna vertebrale in un movimento di torsione.
Gli esercizi si eseguono a terra, in piedi e nello spazio.

 

Martha-Graham

( in foto Eva Calanni ballerina-coreografa Eidos Danza Reggio Emilia)

danza moderna gesto quotidiano

Ancora oggi la danza moderna-contemporanea continua il suo percorso di evoluzione e rimane un riflesso dell’epoca in cui viviamo. Viene spesso usata come strumento di protesta, espressione di un sentimento di disagio o del lavoro interiore dell’essere umano. I coreografi, infatti, si ispirano non solo alle tecniche della danza ma anche alla musica, alla pittura, alle arti visive, per creare una danza alla ricerca di sé che trova sempre nuovi modi di comunicare con il pubblico.

DANZA CONTEMPORANEA IN EUROPA..

Tra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale in Germania inizia a sentirsi la necessità di liberarsi dalle abitudini della danza classica per trovare un linguaggio appropriato alla nuova condizione dell’essere umano.
Nonostante la situazione sociopolitica, Mary Wigman usa la danza per esprimere la situazione incerta e tormentata della sua epoca, per lei:

la danza è comunicazione fatta dall’uomo all’umanità in un linguaggio posto al di sopra del quotidiano” .

Per comporre le sue coreografie, partiva dall’improvvisazione per poi guidare il danzatore alla perfezione del gesto.

Molti altri nomi hanno fatto da storia della danza moderna contemporanea, come Kurt Jooss , che fonda la danza con il teatro e afferma che per un ballerino è fondamentale una solida formazione che comprenda lo studio delle tecniche di danza, della coreografia, dell’arte scenica, della scenografia e altre discipline.

Dopo gli anni ’50 ci si accorge che la tecnica accademica poteva completare le esigenze espressive della Modern Dance. Negli Stati Uniti Merce Cunningham elabora una tecnica che attinge sia danza classica che a quella moderna. La sua ricerca ha come oggetto il GESTO QUOTIDIANO.

Usa molto la musica elettronica, infatti collabora col compositore John Cage

contattaci

Termini e Condizioni

Ai sensi dell’art.13 del GDPR 679/2016 si informa che i dati che ci verranno forniti tramite la compilazione di questo form saranno trattati da EIDOS DANZA S.S.D SRL per dare riscontro alle vostre richieste. Si precisa che il Form non è destinato a visitatori di età inferiore a 16 anni o che non siano maggiorenni nella loro giurisdizione di residenza. Se non conformi ai requisiti anagrafici specificati, non inserire i propri dati personali nel Form. CONTINUA