tecniche danza classica, sbarra danza classica

Tecnica di Danza Classica

a lezione di tecnica danza classica ed esercizi alla sbarra

tecnica danza classica, battement tendu, sbarra, danza classica

perchè sono importanti gli esercizi alla sbarra nella TECNica DI DANZA CLASSICA

In questo paragrafo tratteremo l’argomento partendo con una serie di esercizi alla sbarra che preparano il corpo a procedere poi nelle sequenze al centro.

Con tali esercizi il ballerino allena tutti i muscoli del corpo in movimenti che coordinano testa, braccia e gambe. Inoltre il lavoro alla sbarra ottimizza lo sviluppo dell’equilibrio del corpo, che al centro eseguirà esercizi che si muovono nello spazio.

esercizi alla sbarra di danza classica

Gli esercizi alla sbarra hanno uno sviluppo graduale che rinforza e allo stesso allunga la muscolatura: ecco perchè i corpi dei ballerini sono tonici ma longilinei.

Questo è possibile grazie al lavoro di extrarotazione, il famoso EN DEHORS. Nei primi corsi gli esercizi si eseguono con due mani alla sbarra, così che il bambino riesce a imparare a controllare il corpo senza dover coordinare anche le braccia.

Successivamente si passerà a svolgere sequenze di profilo con solo una mano alla sbarra. In ogni caso gli esercizi si svolgono sia a destra che a sinistra in modo da sviluppare il corpo in modo

esercizi alla sbarra

esercizio sbarra danza pliè, battement tendu, sbarra, danza classica

pliè

Quando non si inizia con un esercizio preparatorio, il plié è l’esercizio che “apre le danze” in una lezione di danza classica.

Consiste nel piegare ed estendere le gambe insieme e si esegue in prima, seconda, quarta e quinta posizione delle gambe.

Nei gradi inferiori la quinta posizione viene sostituita con la terza, meno incrociata, per permettere al corpo di mantenere l’en dehors.

Una combinazione di plié può prevedere il demi plié e il grand plié accompagnati da una coordinazione di braccia e testa che può variare in ogni lezione.

I port de bras sono importanti in questo esercizio perchè preparano il corpo a muoversi in armonia per tutto il resto della lezione.

La coordinazione di braccia e gambe nel plié è fondamentale per i salti e per le pirouettes.

battement tendu

BATTEMENT TENDU

A differenza del plié questo esercizio prevede che le gambe siano tese, infatti la sua traduzione è “movimento teso”.

Partendo da una posizione chiusa (prima o quinta), si apre la gamba in una direzione che può essere avanti, di lato o dietro, fino alla massima estensione della punta del piede a terra (pointé) per poi richiuderla e tornare nella posizione di partenza.

Il battement tendu prevede che il piede non si stacchi mai dal pavimento e che il movimento della caviglia sia graduale: si solleverà prima il tallone, si passerà da una mezzapunta per arrivare in punta, e viceversa per chiudere la gamba.

Questo fa sì che il ginocchio sia teso sia nel movimento di uscita che nel rientro verso la gamba portante.

Nella danza classica è importante mantenere l’en dehors durante tutto l’esercizio: nel battement tendu avanti (o battement tendu en avant) è il tallone che inizia il movimento, mentre nel battement tendu dietro sono le dita che partono per prime.

Ci sono diversi tipi di battement tendu:

  • simple
  • double
  • che parte o finisce in demi plié e altri.

La posizione di partenza di un battement tendu può essere la I, la III o la V posizione.

battement tendu jetè

BATTEMENT TENDU JETé

Ecco il terzo esercizio alla sbarra. É un’evoluzione del battement tendu in quanto la gamba si solleva da terra fino ad arrivare a 45° e poi il piede si riappoggia a terra per tornare nella posizione di partenza.

L’altra grande differenza è la dinamica di esecuzione, poichè la gamba si apre e si richiude velocemente con l’obiettivo di preparare gamba e piede al piccolo salto.

Come per il battement tendu, questo esercizio si può eseguire in I, in III e in V posizione in tutte e tre le direzioni (davanti, di lato e dietro).

Esistono alcune varianti di questo esercizio: – battement tendu jeté pointé o “rebondi”, ovvero quando la gamba dopo aver raggiunto l’altezza massima esegue dei “rimbalzi” prima di ritornare nella posizione di partenza; – balançoire (altalena), dove la gamba viene slanciata in quarta davanti, passa dalla I posizione e va dietro e viceversa.

battement fondu

BATTEMENT FONDU

Ecco uno degli esercizi più difficili e complessi della tecnica classica.

Dal francese “fuso“, il battement fondu consiste nella contemporanea flessione ed estensione delle gambe in direzioni e posizioni diverse: una fa demi pliè, l’altra cou de pied. Si può eseguire in avanti, di lato e indietro.

Come studiarlo?
Si inizia dalla quinta posizione delle gambe e si prepara una gamba in pointè di lato. Si piegano le gambe insieme: quando si arriva nel punto massimo demi pliè, l’altro piede deve toccare la caviglia di base. Poi si estendono le gambe, sempre contemporaneamente, per tornare nella posizione di partenza.

Esistono diverse varianti di questo esercizio:
– la punta può rimanere a terra o salire a 45°
– si può eseguire sul piede piatto o in relevè
– se tra i due movimenti di flessione ed estensione delle gambe, quella di terra si stende e si piega, si esegue un battement fondu double
– se la gamba esterna esegue un developpè nell’estensione, si esegue un grand battement fondu

A cosa serve?
Questo esercizio allena la coordinazione e l’equilibrio, sviluppa la potenza muscolare e l’elasticità degli arti inferiori. Prepara ad adagi, piroette e ai salti, come il ballonné e lo jeté.

rond de jambe par terre

rond de jambe par terre

ROND DE JAMBE PAR TERRE è’ un esercizio che si può eseguire sia alla sbarra che al centro e consiste in un movimento di rotazione della gamba tesa con la punta del piede per terra, infatti il si traduce come “giro della gamba”.

ROND DE JAMBE PAR TERRE si può eseguire verso l’esterno (en dehors) o verso l’interno (en dedans). All’inizio si studia il DEMI ROND DE JAMBE, ovvero mezza rotazione: partendo dalla prima posizione delle gambe, si porta una gamba in avanti fino ad estendere il piede nella punta, si disegna un arco sul pavimento fino ad arrivare in seconda posizione e poi si chiude la gamba in prima.

DEMI ROND DE JAMBE si può eseguire in direzione en dehors (dalla quarta avanti fino alla seconda, o dalla seconda verso la quarta dietro) e en dedans (da dietro venendo in avanti). Il rond de jambe completo inizia in quarta davanti e finisce con la punta dietro, o viceversa.

contattaci

Termini e Condizioni

“LEGGI INFORMATIVA al trattamento dei dati personali”

Ai sensi dell'art.13 del GDPR 679/2016 si informa che i dati che ci verranno forniti tramite la compilazione di questo form saranno trattati da EIDOS DANZA S.S.D SRL per dare riscontro alle vostre richieste. Si precisa che il Form non è destinato a visitatori di età inferiore a 16 anni o che non siano maggiorenni nella loro giurisdizione di residenza. Se non conformi ai requisiti anagrafici specificati, non inserire i propri dati personali nel Form. CONTINUA